Moratorie a sostegno delle imprese - ai sensi DL 18 e 104/2020

Moratoria a sostegno delle imprese ai sensi DL 18 e 104/2020 con le seguenti modalità operative:

- Aperture di credito in conto corrente a revoca e/o anticipi su crediti: la misura prevede la non revocabilità delle linee di credito sino al 30.09.2020;

- Prestiti non rateali in scadenza (aperture di credito a scadenza fissa, o c.d. “sovvenzioni”): la misura prevede la proroga della scadenza al 30.09.2020 con mantenimento delle medesime condizioni;

- Finanziamenti a rimborso rateale (mutui e leasing): la misura prevede la sospensione fino al 30.09.2020 della quota interessi e/o della quota capitale con allungamento del piano di ammortamento per una durata pari a quella della sospensione, senza alcuna variazione al tasso applicato.

MORATORIA A FAVORE DELLE IMPRESE AI SENSI DELL’ACCORDO PER IL CREDITO 2019

È una misura agevolativa prevista da preesistente specifica convenzione sottoscritta nell’ambito dell’ABI il cui ambito di applicazione è stato esteso, in funzione dei danni e delle limitazioni subiti dalle imprese a causa dell’emergenza COVID-19. La misura prevede:

- la moratoria della solo quota capitale sulle rate dei mutui sino ad un massimo di 12 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento.

La Banca ha facoltà di valutare le singole richieste in base a valutazioni autonome e discrezionali.

MORATORIA A FAVORE DELLE IMPRESE SU INIZIATIVA DI GRUPPO

È una misura agevolativa introdotta dal Gruppo Cassa Centrale a sostegno delle imprese che, in ragione delle limitazioni e dei danni subiti nella propria attività a causa dell’emergenza COVID-19, incorrono in una riduzione transitoria dei flussi disponibili. La misura prevede:

- la moratoria rate intere o solo quota capitale sulle rate dei mutui sino ad un massimo di 12 mesi successivi alla richiesta, con pari allungamento del piano di ammortamento.

La Banca ha facoltà di valutare le singole richieste in base a valutazioni autonome e discrezionali.

I clienti interessati sono invitati a contattare la propria filiale di riferimento.

PROROGA MORATORIA PER LE PMI EX ARTICOLO 56 DEL DECRETO-LEGGE N. 18 DEL 2020

La disposizione proroga dal 30 settembre 2020 al 31 gennaio 2021 la misura di moratoria straordinaria dei prestiti e delle linee di credito introdotta dall’art. 56 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18 (DL Cura Italia) a favore delle micro, piccole e medie imprese danneggiate dall’emergenza sanitaria determinata dal diffondersi della pandemia di Covid-19

In particolare, ai sensi del comma 2, per le imprese già ammesse alla misura di moratoria alla data di entrata in vigore del presente decreto, la proroga al 31 gennaio 2021 opera automaticamente senza alcuna formalità, salva l’espressa rinuncia da parte dell’impresa da far pervenire al soggetto finanziatore entro il termine del 30 settembre 2020.

Le imprese che non hanno beneficiato della misura possono essere ammesse alla stessa entro il 31 dicembre 2020, secondo le medesime condizioni e modalità previste dall’art. 56 del DL Cura Italia.

Come comportarsi per richiedere gli interventi?

La clientela può inviare la modulistica compilata e sottoscritta all'indirizzo PEC della banca segreteria@pec.valdostana.bcc.it o in alternativa all'indirizzo email della filiale

È prevista in ogni caso la possibilità di recarsi fisicamente in filiale per avere informazioni e per la consegna della modulistica. Contatta la tua filiale e richiedi un appuntamento, il personale è a disposizione per fornirti tutto il supporto necessario.


Messaggio pubblicitario con finalità promozionale.
Per le condizioni contrattuali del prodotto illustrato e per quanto non espressamente indicato è necessario fare riferimento ai Fogli Informativi che sono a disposizione dei clienti sul sito internet della Banca e presso tutte le Agenzie.