Autori

Francesco Nex

Matão (Brasile), 1921 - Aosta, 2013

Dal Brasile, dove il padre si era trasferito in cerca di fortuna, fa ritorno in tenera età con la famiglia ad Aosta. Si forma sotto la guida di Cesare Maggi all'Accademia Albertina di Torino, dove insegnerà dopo la guerra come assistente di Anatomia. Fin dagli esordi nelle prestigiose rassegne promosse dalla Sitav (al secondo “Gran Premio Saint-Vincent”, nel 1949, si aggiudica il “Premio acquisto” della società Châtillon) prende le distanze dagli schemi realisti per spingersi in una direzione più libera e affabulatoria, ma profondamente legata alla storia, alla cultura e alla realtà della sua terra. Attratto dal rigore del lavoro artigianale, inizia a modellare la ceramica e sperimenta varie tecniche pittoriche, per approdare alla fine degli anni '50
a quella che gli sarà più propria, la pittura su seta, attraverso la quale si afferma come il principale pittore figurativo della seconda metà del Novecento in Valle d'Aosta.
La Regione gli ha dedicato importanti antologiche (1979, 1994, 2004).

Bibliografia essenziale

Francesco Nex. Antologica-Anthologie, catalogo della mostra (Aosta, 2 luglio - 4 settembre 1994), a cura di P. Levi, Torino 1994; Francesco Nex: ricordi, sogni, riflessioni, catalogo della mostra (Aosta, 4 dicembre 2004 - 1° maggio 2005) a cura di G. Lo Presti, Saint-Christophe 2004.