Autori

Bobo Pernettaz

Aosta, 1952

Bobo (Roberto) Pernettaz produce opere assemblando vecchi legni di scarto, che grazie alla sua creatività trovano una terza vita, dopo essere stati alberi e poi oggetti. Quella di «sarto di legni esausti», come ama definire di se stesso, è una nuova vita anche per lui, già «commesso di libreria» per trent'anni. Realizzate sulla base di un rigoroso disegno progettuale, le sue composizioni rivisitano l'antica tecnica della tarsia (definita da un illustre studioso «il cubismo del Rinascimento») alla luce di una sensibilità profondamente legata alla cultura valdostana, rinnovando così in modo originale la fedeltà al legno dell'artigianato di tradizione trasmessagli dallo zio falegname. Non disdegna però di accostare al legno anche altri materiali, in particolare il ferro, componendo opere di grandi dimensioni da collocare all'aperto che traggono parte del loro fascino anche dai mutamenti prodotti dai fattori atmosferici.

Bibliografia essenziale

Bobo Pernettaz il sarto di legni esausti, catalogo della mostra (Forte di Bard, 29 luglio-9 settembre 2012), testo critico di E. Martinet, Saint-Christophe 2012.

Opere in catalogo